Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Se una donna colta sceglie di vender l’amore

"Si dice che un amore è grande quando dura in eterno. Per me non è così. I miei durano una o due ore al massimo. La media do un incontro a pagamento". Comincia così il romanzo autobiografico di Tenera Valse (pseudonimo di una maestra dalla doppia vita) edito da Cooper Editore lo scorso anno (Portami tante rose, 13,50 Euro).

Tenera Valse è una ragazza, se così si può definire, della mia età. Siamo sotto i quaranta, abbiamo un background comune, anche se io sono nata a Monza, e lei a Roma. Abbiamo studiato entrambe al Liceo, e poi Letteratura all'Università. Lei, dopo la laurea, ha intrapreso la strada dell'insegnamento. Che oggi giorno è una missione. Io già durante gli studi sapevo sarei diventata giornalista.

E' probabile che entrambe abbiamo sofferto la "fame precaria", sia agli inizi, sia successivamente. E infatti, né facendo i giornalisti né facendo gli insegnanti si diventa ricchi. Anzi, di solito occorre avere qualcuno "dietro" che ti dia una mano. Però poi io ho trovato una via alla questione economica, e Tenera ha trovato la sua. Che per due donne di cultura, amanti spesso delle stesse cose – e anche delle stesse artiste, leggo, visto che Pippa Bacca che lei cita era cara amica – abbiamo trovato soluzioni così differenti alle piccole buste paga non mi stupisce. Né mai mi permetterei di giudicare una scelta così personale, peratro portata alle estreme conseguenze, perché Tenera ha lasciato l'insegnamento, dedicandosi completamente al cosiddetto mestiere, e ne ha scritto appunto anche un libro.

Mi interesserebbe però capire, oltre ad una naturale predisposizione al piacere, e alla corporeità, e alla facilità di relazione con "altro" da sé, se la dimensione culturale, coltivata per tutti gli anni degli studi e poi abbandonata in fuzione di un gioco soltanto o per lo più fisico, non manca. Dopo un po' di anni, dopo tanto tempo passato tra carni ed odori e sapori così fisici, mi domando, per una donna che potrebbe essere una mia ex compagna di banco al liceo, non c'è qualcosa che stride forte?

Dopodiché, Madonna ha detto: I'm tough, I'm ambitious, and I know exactly what I want. If that makes me a bitch, okay. Anche io sono d'accordo, per cui: consiglio il libro di Tenera, ed aspetto magari di incontrarla, un giorno, per sondare chi avrei potuto essere (ma non potrei mai, credo).