Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Ma quanto era bello Gary Cooper?

-1
Sembra impossibile, ma agli Universal Studios hanno contato 50 anni dalla sua scomparsa. Incredibile, perché invece, tanto i suoi film sono eterni, sembra anche a me, nata già successivamente alla sua "dipartita", di averlo conosciuto così bene.

Ebbene. Su Studio Universal, in tv, è passato lunedì scorso "Alla conquista del West". Quancuno ricorda? E poi, domani, c'è "Desiderio: canaglie di lusso". Entrambi del '36. Quasi ci siamo con "un secolo fa".

Motivo per approfondire la sua storia. Non lo sapevo, fosse figlio di un magistrato…. A guardare la sua "bio", che storia.

Figlio di un magistrato e proprietario terriero, Frank J. Cooper (in seguito Gary) nasce il 7 maggio 1901 a Helena, nel Montana (USA). Riceve una rigorosa formazione in Inghilterra, e poi presso il Wesleyan College del Montana.
Tuttavia gli studi di agraria non corrispondono alla sua vocazione: Cooper vuole diventare un caricaturista e parte alla volta della California.
Nel 1925 la svolta: dopo essersi rotto le ossa cadendo da cavallo – ha lavorato come comparsa in una cinquantina di film western muti -, gira una particina in "Sabbie ardenti" da cui avrà inizio una folgorante carriera.

Ecco. Il classico personaggio interpretato da Gary Cooper, pur in situazioni e con volti diversi: l’uomo leale e coraggioso, sorretto da una limpidissima fede nella giustizia e deciso a farla trionfare a qualsiasi prezzo o l’uomo semplice e franco, la cui tradizionale ingenuità esclude ogni forma di perfidia.